Il timore di trovarsi tra le mani un sito che somigli a tanti altri, senza un minimo di personalità è più che comprensibile.
Per evitare ciò accada bisogna affidare la realizzazione ad un team di professionisti e non ad un semplice “installatore” di temi.


C’era una volta WordPress (ma quale?)

Il mercato dei CMS (WordPress, Prestashop, Magento) è ormai una realtà consolidato e affidabile in ambito digitale. C’è stato un tempo, e parliamo di non molti anni fa, in cui proporre un sito basato su un framework open source faceva storcere non poco il naso. Erano anni in cui i template, gli stili precostruiti per intenderci, erano pochi e quelli fatti bene si contavano sulle dita delle mani. Anni in cui l’inaffidabilità, l’instabilità e la vulnerabilità di tali sistemi metteva a serio rischio la propria attività online. Per non parlare di quanto fossero limitate tali piattaforme e come fosse ostica la gestione di contenuti, immagini, sezioni e esigenze. Insomma, tutto ciò che quelli bravi definiscono scalabile era una pura chimera.

Non più un semplice blog

Da tempo le cose sono ben diverse, la diffusione e il crescente utilizzo dei CMS, hanno spinto web agency ad investire in questo mercato offrendo moduli e plugin per aumentare sicurezza e produttività. Di pari passo tanti designer hanno realizzato centinaia di template esteticamente e tecnicamente validi.

L’integrazione del modulo woocommerce ha permesso di creare store online sicuri e funzionali.

Tante possibilità ed enormi opportunità per produrre prodotti di livello ma una qualità media altalenante con risultati talvolta scarsi, privi di personalità e molto simili gli uni agli altri.

Perchè accade? Cos’è che ti fa esclamare “Questo è un WordPress!”, con una faccia simile a quella di Sgarbi alle prese con Flavia Vento?

La verità è che la possibilità di incappare in un clone è davvero molto alta, visto che, per gli installatori di temi, esistono mercati comuni e quindi gli stessi e identici fornitori. Se vuoi fare la differenza devi affidarti ad una web agency seria. Un team con ruoli ben definiti in cui ciascun componente sa fare poche cose ma le fa benissimo.

Quanta gente per un solo sito?

Quella necessaria. Mai troppa, mai troppo poca. Certo, sicuramente esisterà una sola persona che:

  • Abbia un innato gusto estetico
  • Possegga ottime capacità grafiche e sappia utilizzare i programmi adatti
  • Sappia modificare codice HTML e CSS
  • Sappia scrivere e modificare funzioni in PHP
  • Ottimizzare la SEO
  • Scrivere dei contenuti adatti al web
  • Conosca e sappia configurare il server ideale al tipo di progetto
  • Sappia aiutarti a redarre dei testi catchy e adatti al tuo scopo
  • Conosca i principi dell’usabilità

Esiste?

Se lo trovate mandalo da noi: siamo disposti a pagare qualunque cifra pur di avere qualcuno con così tante competenze! Siamo rimasti al divide et impera e in un contesto in cui ciascuno fa il proprio mestiere, provando a farlo perbene.

La verità è che ciascuna delle figure che contribuiscono allo sviluppo di un sito web professionale deve possedere nel proprio ambito un alto grado di specializzazione.
Quanti clienti sono entrati nel nostro ufficio disperati:

“Il mio sito è troppo brutto!”
“Non capisco, non funziona più”
“Ma scusa ma non dovrebbe generarle in automatico le fatture?”
“È vero che l’ho pagato poco ma così fa troppo schifo”

Dove trovo la web agency migliore per il mio scopo?

Nessuno potrà darti mai la risposta definitiva a questa domanda e neanche noi, che una web agency siamo, possiamo di darti la sicurezza di essere la medicina a tutti i mali del tuo business online.

Proviamo, però, a darti dei consigli per evitare di sbagliare se hai intenzione di realizzare un sito e ti viene proposto un CMS:

  1. Affidati a un team: fidati dell’agenzia che hai scelto ma prova a capire, prima di scegliere, se è dotata di tutte le figure che servono per svolgere un lavoro ottimo. Ricorda che web designer, grafico, social media manager e sviluppatore sono quattro mestieri diversi: chi ne fa quattro insieme o è un supereroe o si rivelerà un pacco.
  2. Aspettati spiegazioni: un professionista serio e affidabile non è un Re Mida, in grado di trasformare tutto ciò che tocca in oro. Un consulente digitale valuta i tuoi requisiti e ti suggerisce la soluzione più affidabile spiegandoti il perchè, il come e con quali vantaggi/svantaggi. È lì che scoprirai che WordPress e Prestashop non sono la soluzione a tutto.
  3. Spera nei “No!”: hai chiesto il mondo, hai un budget limitato, ti serve tutto presto e hai già la soluzione a ciò che ti serve? Meglio i no che i sì. Fidati di chi ti dirà che non si può ottenere ciò che cerchi con quel che intendevi spendere e nel modo in cui volevi farlo. Il digital è una cosa seria e il tutto e subito è solo un falso mito creato da consulenti disonesti e clienti arraffoni.
  4. Osserva: il web è pieno di siti di web agency e ciascuna di esse ha un portfolio. Osserva, guarda lo stile e la dovizia con cui ciascuna di esse si approccia al lavoro: anche da profano uno spirito d’osservazione serio ti dirà molto sul modo di lavorare di ogni agenzia.

Chiaro? Se sì, ora sarai già alla ricerca di un team che sappia darti spiegazione e, quando serve, saprà darti un secco “No!”. In quel caso sei nel posto giusto: scrivici a info@designbone.it e facciamo due chiacchiere.